Via Valle d'Aosta 16/18 - 46100 - Lunetta-Frassino (MN) +39 338 915 2276 info@mantovac5.com mantovacalcio@pec.divisionecalcioa5.it
Il Mantova dei Mantovani!
mantova-calcio-a-5-prima-squadra

FENICE MESTRE VENEZIA - BRUSCHI SERVICE MANTOVA 3-6

Sabato 07 Ottobre @ palestra Palafranchetti ore 16:00

Marcatori: 2’-3’-8’ Manzali (M), 14’ De Battista (V), 23’ Ortolani (V),25’Belleboni (M), 26’Montelli (M),29’ Botosso (V),39’ Fabinho (M).

VENEZIA: Piazzon, Stocco, Marton, Giommoni, Bertuletti, De battista, Botosso, Ortolan, Cavaglia, Hasaj, Nalesso, Molin. All.Pagana

MANTOVA: Ricordi, Silva, Berti, Pagnussatt, Baratti, Senese, Fabinho, Montelli, Palermo, Manzali, Belleboni, Schiavo. All. Milella

Arbitri:Sodano di Bologna, Agosta di Parma, crono Botter di Venezia.

Note: spettatori 400 circa, ammoniti Giommoni, De Battista, Botosso, Cavaglia (V), Montelli (M).

Buona la prima ! Il Bruschi Service Mantova, bagna con una bella vittoria la prima giornata, imponendosi per 6-3 sul campo del Venezia, conquistando i suoi primi punti in serie B. Non era sicuramente facile partire con un successo, soprattutto in trasferta sul campo di una squadra ormai esperta della categoria come il Venezia, ma il Mantova è partito con il piede giusto e torna dalla laguna con il bottino pieno. Bella gara quella degli uomini di Miella che dimostrano come il duro lavoro della preparazione stia gradatamente dando i suoi frutti, anche se la squadra nel corso del match pur mantenendo il pallino del gioco per larghi tratti contro un Venezia ottimamente disposto in campo da mister Pagana, ha fatto veder di essere tutt’ora alla ricerca della migliore condizione, che arriverà certamente tra qualche giornata, quando il campionato entrerà nel vivo. Prestazione positiva di tutto il collettivo, con copertina sicuramente per Arrepiù Manzali che a dispetto della carta d’identità, si dimostra ancora quel tremendo cecchino che tutti in Italia conoscono, portandosi a casa il pallone della partita realizzando subito una splendida tripletta, che nel primo tempo spiana la strada del successo ai virgiliani.

Si parte con un quintetto a tinte verde oro, con Milella che manda subito in campo tutta la sua qualità, schierando oltre a Ricordi tra i pali, Pagnussatt, Belleboni, Fabinho e Manzali.

Al 2’ subito Manzali che scalda la platea con due occasioni mancate di poco. E’ proprio il pivot brasiliano che segna il vantaggio al 2’ toccando in rete un passaggio filtrante di Belleboni, dopo una bella discesa. Raddoppio un minuto dopo ancora di uno scatenato Manzali dopo una solitaria azione di contropiede. Al 5’ il Venezia tenta una reazione con tiro di poco a lato. Al 8’ ottimo intervento di Ricordi che toglie letteralmente la palla dagli avanti veneziani diretti a rete. Su azione di ripartenza arriva la tripletta di Manzali che dalla destra fa partire un bel diagonale che si insacca sul secondo palo e porta il parziale sullo 0-3. Il Venezia ci prova a sorprendere il Mantova con due tiri da fuori che finiscono alti rispettivamente al 11’ e 12’. Al 13’ punizione Mantova per fallo subito da Fabinho, con palla che viene respinta. Al 14’ partenza in velocità di Ricordi che si fa tutto il campo, con tiro dell’estremo difensore che finisce di poco a lato. Ancora il Venezia che tenta fortuna con tiri dal limite dell’area che però si infrangono a lato al 15’ e 18’. Al 18’ punizione Venezia, con tiro che viene respinto dalla difesa biancorossa. Al 19’ tiro ancora di Manzali che viene respinto dal portiere locale. Al 20’ Mantova un po’ in difficoltà con i locali che tentano di approfittarne, con tiro ravvicinato che Pagnussatt salva da pochi centimetri a portiere battuto. Al minuto 20’ Fabinho ha sui piedi il tiro del 4-0, ma a tu per tu con il portiere calcia debolmente tra le braccia dell’estremo difensore.

La ripresa inizia subito con il Venezia che rientra in campo cercando di accelerare per recuperare. Al 23’ punizione dal limite per fallo di Senese e passaggio vincente per il tiro dei locali che si infila all’incrocio della porta di un incolpevole Ricordi. Sul 2-3 però il Mantova ricomincia a giocare e trova subito la quarta rete al 25’ con Belleboni che dalla sinistra trova un bel tiro a rete che riporta a due i gol di vantaggio virgiliano. I locali cercano di spingere, lasciando larghi spazi al Mantova che al 26’ fa cinquina con Montelli che calcia a rete dalla destra in velocità. Lo stesso Montelli si rende protagonista un minuto dopo quando interviene in maniera scomposta in aerea, per l’arbitro è rigore e cartellino giallo, ma un super Ricordi neutralizza con una grande parata il penalty calciato dai locali. Il Mantova nel giro di un minuto ha tre occasioni per chiudere definitivamente il match, prima con Belleboni che non riesce ad agganciare un passaggio di Manzali a porta sguarnita, poi lo stesso folletto brasiliano tenta un improbabile pallonetto e infine proprio ancora con Manzali, che di tacco colpisce incredibilmente il palo a portiere ormai battuto.

Al 30’ su azione di contropiede i locali accorciano dopo un batti e ribatti in area virgiliana che trova una fortunosa deviazione sotto misura. Le speranze sembrano riaprirsi per i locali che si gettano in avanti, giocando anche la carta del portiere di movimento, che trova però sempre un ottima retroguardia biancorossa, guidata con estrema attenzione da Pagnussatt. Il Mantova arriva al quinto fallo, quando mancano ancora dieci minuti da giocare, ma la squadra non si scompone, aspettando le folate offensive locali, per poi partire in contropiede, con rapidi capovolgimenti di fronte con due tiri a lato collezionati da entrambe le compagini. Al 36’ anche il Venezia arriva al 5° fallo, con punizione che il Mantova non sfrutta al meglio con tiro ribattuto. Al 39’ bella iniziativa di Pagnussatt che viene fermato in maniera fallosa sulla tre quarti, conseguente tiro libero che lo stesso giocatore italo brasiliano si fa parare, ma sulla ribattuta è Fabinho il più lesto di tutti, calciando in rete il gol del definitivo 6-3 per il Mantova.

Il gruppo dopo la domenica di riposo, si ritroverà lunedì per iniziare a preparare l’esordio casalingo di sabato prossimo, quando al Neolù arriverà la big delle big Petrarca Padova del grande e unico Adriano Foglia, squadra di stelle di livello internazionale, che sulla carta non teme di certo rivali, ma i biancorossi hanno il dovere almeno di provarci.