Via Valle d'Aosta 16/18 - 46100 - Lunetta-Frassino (MN) +39 338 915 2276 info@mantovac5.com mantovacalcio@pec.divisionecalcioa5.it
Il Mantova dei Mantovani!
fenice-venezia-mestre-mantova-25-novembre-2017

FENICE VENEZIA MESTRE - BRUSCHI SERVICE MANTOVA 2-2

Sabato 25 Novembre @ Palestra Liceo Franchetti ore 16:00

SERIE B 8^ GIORNATA:

CITTA’ DI MESTRE vs. BRUSCHI SERVICE MANTOVA CALCIO A 5: 2-2 (p.t.1-0)

Marcatori: p.t.: 10’32” Scandagliato (C); s.t.: 13’15” Belleboni, 17’53” Saviolo (rig.) (C), 19’53” Senese.

MESTRE: Villano, Scandagliato, Zakouni, Biancato, Zanatta, Zanardo, Saviolo, Agatea, Semenzato, Azzalin, Sanchez, Lopez. All. Frizziero

MANTOVA: Fontaniello, Eddoubaji, Silva, Pagnussatt, Schiavo, Senese, Belleboni, Montelli, Palermo, Manzali, Fabinho, Ricordi. Allenatore: Milella

Arbitri: Costa di Collegno e Casu di Sassari. Crono: D’Addato di Verona.

Note: spettatori 100 circa

Ammoniti: Manzali, Belleboni, Fabinho, Ricordi, Saviolo, Zakouni, Agatea. Espulsi per doppia ammonizione Belleboni e Manzali.

Battaglia Navale! Il Bruschi Service Mantova, con una grande prestazione tuttocuore, testa e gambe, pareggia sul difficile campo del Città di Mestre per 2-2, mantenendo sempre la seconda posizione in classifica a 16 punti, sempre appunto appaiato ai lagunari. Se ne va via il Petrarca nel frattempo che oggi ne fa dieci in trasferta in casa del Cornedo, prossimo avversario dei virgiliani. Il Mantova ha molto da recriminare sul pareggio finale, anche se per come si era messa la gara, si poteva anche beffardamente uscire a mani vuote dal confronto di oggi, con la bocca ancora più amara. Un Mantova tosto, quadrato, concentrato, interpreta la gara nel migliore dei modi, secondo le richieste del suo mister, ma la sfortuna e la direzione di gara oggi sicuramente da rivedere, privano oggi i virgiliani di una vittoria che nulla avrebbe fatto gridare allo scandalo, se pur contro una ottima formazione come il Città di Mestre.
Il Mantova sino ad ora in campionato aveva collezionato solamente quattro ammonizioni in otto giornate, oggi ne porta a casa ben sette con due espulsioni per doppio cartellino, che senza aggiungere nulla, bastano e avanzano per far capire il metro di giudizio adottato nei confronti dei virgiliani, in una gara a dispetto del bollettino, interpretata dai protagonisti in campo in maniera sportiva, corretta e che sicuramente non necessitava del pugno duro, che ha palesemente condizionato la partita. Come da tre turni or sono, ancora una volta è il finale a decidere la gara, con il vantaggio su rigore dei locali a due minuti dalla sirena e pareggio di Senese a 7’’ secondi dal game over, che restituisce almeno a metà al Mantova quello che fino a quel momento si era ampiamente meritato.

Cronaca: si parte con squadre che attuano un evidente fase di studio e reciproco timore reverenziale, con movimenti che fanno capire che in settimana la fase applicativi dei tecnici è stata attenta e certosina. Al 2’ ci prova Fabinho per il Mantova, con tiro dalla distanza diretto al palo di sinistra che viene deviato in angolo dall’estremo di fensore locale. Ancora al 2’ Mantova che ci prova con Pagnussatt che in area su passaggio di Manzali, cicca la palla al momento della conclusione. Al 3’ minuto Mestre che riparte in velocità e fallo di Manzali all’altezza del centrocampo di destra, che il secondo arbitro reputa in maniera troppo frettolosa da giallo. Dal conseguente tiro verso la porta, è lo stesso Manzali che ribatte. Al 4’ ci prova il Mestre dalla distanza con respinta di Ricordi e successivo tentativo alto sopra la traversa. Al 4’ a gioco fermo generosa ammonizione a carico di Belleboni, reo secondo l’arbitro uno di avere esagerato con le proteste. Al 5’ ci provano ancora i locali dalla distanza, ma Ricordi respinge in angolo e dalla successiva battuta ne esce un nuovo tiro alto. Al 6’ l’azione più bella e pericolosa del primo tempo, con Montelli che si invola sulla fascia sinistra, mette sul secondo palo per un liberissimo Manzali che calcia a botta sicura la palla che a portiere battuto finisce incredibilmente sulla traversa, rimbalzando a terra al di qua della linea di porta. Lo stesso Montelli dovrà uscire per infortunio dal terreno di gioco per un problema muscolare rimediato proprio al momento dell’assist. Al 7’ azione in velocità del Mestre con conclusione sottomisura di poco a lato. Al 8’ ci prova ancora Manzali con tiro dalla destra che viene deviato in angolo. Un istante dopo ancora Mantova con Pagnussatt che dalla destra al limite dell’area calcia forte in porta, con respinta di un sempre presente Villano. Al 9’ ci prova Fabinho in velocità con un tiro altissimo sopra la traversa. Al 10’ discesa di Belleboni che arriva sino al limite dell’area, ma anziché calciare verso la porta si fa anticipare dalla difesa che allontana. Al 10’ ancora Belleboni, ma stavolta nuovamente la traversa che dice di no al Mantova. Al 11’ fallo di Fabinho che viene ammonito. Punizione ai dieci metri, con tiro che viene respinto da Ricordi in uscita, ma la palla viene rimessa in mezzo dove Scandagliato colpevolmente lasciato solo dalla difesa virgiliana insacca da pochi passi il gol del 1-0, sfruttando una delle rare occasioni verso la porta avversaria. Al 12’ punizione dalla sinistra per i locali, con tiro a lato. Al 13’ ancora Fabinho dalla distanza, ma il tiro e ben parato da Villano. Al 14’ ci prova Senese appena entrato, ma la sua conclusione dai 15 metri è parata, mentre al 15’ il suo tiro è altissimo sopra la porta. Sulla ripartenza ci provano i locali ma Ricordi devia in angolo. Al 16’ due occasioni ghiotte per Manzali che prima dalla destra su ripartenza e poi da due passi dalla porta su passaggio di Fabinho calcia per due volte a lato. Al 17’ parata sicura di Ricordi che fa ripartire la squadra, con tiro finale di Belleboni dalla sinistra parato. Continua a cercare il pareggio il Mantova, ma il tiro dalla distanza di Pagnussatt viene deviato in corner. I biancorossi fanno la partita e collezionano una nuova palla gol con Fabinho che dalla distanza colpisce il palo di sinistra, centrando così il terzo legno della prima frazione di gioco. Al 18’ i locali provano a scuotersi ma la conclusione è a lato. Nell’azione successiva, ripartenza veloce del Mestre con Ricordi costretto ad uscire a valanga al limite dell’area per fermare l’avversario, con conseguente punizione e giallo per l’estremo difensore biancorosso. Il successivo tiro dalla sinistra, sarà ribattuto dalla difesa virgiliana. Nei seguenti due minuti prima del riposo, da segnalare un paio di conclusioni per parte che finiscono a lato e portano le squadre negli spogliatoi sul parziale di 1-0 che va molto stretto al Mantova.

La ripresa inizia sulla falsariga del primo tempo, con Mantova che fa la partita e Mestre che prova a ripartire cercando di far male. Al 22’ bella combinazione Manzali-Belleboni, con tiro dalla sinistra che si infrange ancora una volta sul palo, salvando i locali e portando a ben quattro legni colpiti dal Mantova. Ancora al 22’ è Manzali ad avere da un passaggio di Fabinho sui piedi la palla del pareggio, ma da due passi il pivot virgiliano si fa parare la conclusione. Ripartenza Mestre al 23’ con Ricordi che in uscita subisce fallo e rimane dolorante a terra, riprendendo qualche attimo dopo la sua posizione tra i pali. Al 23’ punizione dalla sinistra per il Mantova, con tiro di Fabinho respinto dalla difesa. Al 24’ nuova conclusione da lontano di un sempre presente Fabinho che finisce alta. Al 25’ errore difensivo di Senese che perde palla e consente al Mestre di concludere, ma Ricordi respinge dal limite dell’area. Al 26’ è il Mestre ad usufruire di una punizione dalla sinistra, ma la retroguardia biancorossa è attenta e respinge il tiro. Al 27’ azione in velocità di Fabinho che calcia sul secondo palo, ma Palermo ribatte sfortunatamente la palla diretta in rete. Lo stesso Palermo ci prova un attimo dopo, ma il suo tiro finisce a lato. Al 28’ Fabinho calcia da lontano sparando sopra la traversa. Al 29’ azione in velocità ancora di Fabinho che Palermo in area calcia ancora a lato. Al 30’ nuova punizione per il Mantova ai 15 metri sulla sinistra, tiro di Pagnussatt e parata del portiere. Ancora Pagnussatt in evidenza al 31’ e 32’ con due conclusioni parata dall’estremo difensore di casa. Al 33’ il Mestre si riaffaccia dalle parti di Ricordi ancora su calcio da fermo battuto dalla sinistra, con palla che viene respinta. Al 33’ arriva il meritato pareggio del Mantova: Manzali per Belleboni che si invola sulla sinistra e calcia sul secondo palo di precisione, con palla che stavolta finisce in rete. Dopo la rete però Belleboni si rende sfortunato protagonista della partita, commettendo un fallo a centrocampo che l’arbitro numero due reputa in maniera fin troppo severa passibile del secondo giallo e quindi della successiva espulsione. Il Mantova rimane in inferiorità numerica e i locali cercano il colpo del ko, ma i virgiliani sono ottimamente messi in campo e resistono alle folate di attacco del Mestre. Al 38’ nuovo episodio chiave del match: azione dalla destra del Mestre, il giocatore entra in area, sulla linea di fondo viene affrontato da Manzali che lo atterra: per l’arbitro numero uno è calcio di rigore e cartellino giallo per lo stesso Manzali che già ammonito, deve anch’esso lasciare il terreno di gioco. Il penalty viene battuto centralmente da Salviolo che non sbaglia riportando avanti il Mestre a 2’ dalla sirena. I virgiliani si giocano il tutto per tutto e mister Milella fa avanzare Ricordi a fare il quinto di movimento, mettendo in difficoltà i locali che si rintanano difendendo con le unghie il vantaggio. La rotazione virgiliana, porterà al tiro due volte Fabinho, ma la difesa locale calcia lontano. Il Mantova però spinge con grande orgoglio e Palermo sulla riga di porta ha l’occasione per pareggiare, ma il suo tiro finisce incredibilmente a lato. Quando tutto lascia presagire ad un immeritato Ko del Mantova a 7’’ secondi dalla fine, arriva il meritato pareggio con Senese che da posizione centrale da circa 10 metri, ricevuta palla, fa partire uno dei suoi bolidi di precisione, che si insacca a mezza altezza nella rete difesa da un incolpevole Villano e consente al Mantova di raccogliere almeno in parte, il frutto della buona gara disputata.

Lunedi i biancorossi si ritroveranno per iniziare a preparare la gara interna contro il Cornedo, un impegno certamente non facile, in virtù delle tante assenza per squalifica e infortuni che graveranno sul gruppo virgiliano.