Via Valle d'Aosta 16/18 - 46100 - Lunetta-Frassino (MN) +39 338 915 2276 info@mantovac5.com mantovacalcio@pec.divisionecalcioa5.it
Il Mantova dei Mantovani!
genova-mantova-06-ottobre-2018

GENOVA - MANTOVA 2-5

Sabato 06 Ottobre @ Pala Erbe ore 15:30

SERIE A2 PRIMA GIORNATA:

CDM FUTSAL GENOVA V/S BRUSCHI SERVICE MANTOVA: 2-5 (p.t.1-2)

MARCATORI: 4’17’’ Kytola, 15’05’’ Pizzetta (G), 17’02’’-35’40’’-36’40’’ Manzali, 36’31’’ Leandrinho (G), 39’40’’ Ziberi.

GENOVA: Pozzo, Lombardo, Foti, Ortisi, Luise, Piccaretta, Luan, Pizzetta, Leandrinho, Donadio, Lo Buglio, Mazzariol. All. Lombardo

MANTOVA: Ricordi, Gumeniuk, Villiva, Lutta, Leleco, Kytola, Ortega, Ziberi, Rocha, Manzali, Mancini, Fontaniello. All.Milella

ARBITRI:Parretti di Prato, Giannini di Pisa, Crono: Brentegani di Chiavari

Note: spettatori 200 circa, ammoniti Lutta, Ortisi, Pizzetta, Foti.

GENOVA – Buona la prima! Il Bruschi Service Mantova Calcio a 5, alla prima giornata non sbaglia e con una ottima prova, espugna il Paladiamante di Genova, regolando per 5-2 il Futsal Genova, incamerando subito tre punti pesantissimi, perché ottenuti contro una delle squadre più attrezzate del girone. Non era facile esordire con una vittoria tenendo conto proprio della difficoltà dell’impegno, ma Il Mantova ha risposto da subito in maniera molto positiva, disputando una gara accorta, dove ha sbagliato poco, se si considera che i virgiliani hanno sofferto solamente nella prima parte della seconda frazione di gioco, al cospetto di un ottimo Genova, che ha cercato in tutti i modi di avere ragione dei biancorossi, già all’altezza della nuova categoria, sebbene non ancora al 100%.

Virgiliani che tengono in mano il pallino della gara sin dalle prime battute, chiudendo in vantaggio per 2-1, con un risultato sicuramente stretto per quanto visto in campo. Nella ripresa i locali cercano con un lungo possesso palla di scardinare la retroguardia biancorossa, ma la manovra dopo alcune avvisaglie iniziali, mano a mano si spegne, lasciando campo alle ripartenze del quintetto virgiliano che riesce a controllare la gara, anche quando il Genova si rifà sotto trovando il momentaneo 2-3. Ci pensa poi il solito Arrepiù a rimettere a posto le cose, trovando la quarta segnatura e propiziando anche la quinta rete a firma Ziberi dalla distanza, mentre la squadra di casa, tentava l’ennesimo assalto con il portiere di movimento. Sabato prossimo al Neolu’ altra gara di alto livello contro L84 Torino, dove i virgiliani dovranno confermare quanto di buono visto oggi al Paladiamante, contro un’altra delle pretendenti alla poltrona d’onore.

Mantova in campo subito con Ricordi, Leleco, Ziberi, Manzali e Kytola. Al 2’ minuto tiro improvviso di Mazzariol dalla sinistra, ma Kytola appostato sulla linea respinge lontano. Risponde il Mantova con Leleco che però spara alto. Ci riprova il 22 dei locali a sorprendere Ricordi, ma il portiere virgiliano abbranca in presa a terra. Il Mantova alza il baricentro e pressa alto, collezionando un paio di occasioni da fuori che Ziberi e Manzali calciano alto. Al 4’ primo vero affondo virgiliano che porta i biancorossi in vantaggio, con discesa di Manzali sulla destra, filtrante sul secondo palo, dove si fa trovare pronto l’onnipresente Kytola che insacca 0-1. Il Genova tenta una reazione con tiro dalla lunga distanza, ma Ricordi non si fa sorprendere e allontana. Al 6’ minuto ghiotta occasione per il Mantova con Manzali che ha sui piedi la palla del 2-0, ma a tu per tu con il portiere prova a scavalcarlo in pallonetto, ma il numero uno ligure agguanta la sfera. Al 10’ i locali non sfruttano un calcio di punizione dai 10 metri in posizione centrale, con Ricordi che para e tenta di far ripartire la squadra, ma subisce fallo. Al 12’ altra occasionissima per il Mantova, con Leleco che mette un preciso diagonale sul secondo palo, dove però Ortega incredibilmente non riesce a mettere dentro a porta sguarnita. Al 15’ arriva l’1-1 con Pizetta, bravo a sfruttare una palla al limite dell’area e calciare di precisione nell’angolino destro della porta difesa da Ricordi che nulla può per evitare la rete.
Nemmeno un minuto però che il solito Arrepiù riporta avanti il Mantova, dopo aver rubato palla a tu per tu con il portiere stavolta non sbaglia e calcia preciso alle spalle di Pozzo. Al 18’ i locali hanno la ghiotta occasione per andare al riposo in parità, ma Pizetta non sfrutta il libero, calciando a lato. Si va al riposo con Mantova in vantaggio per 2-1.

Nella ripresa i locali iniziano cercando di dare velocità alla manovra, ma il prolungato possesso palla, non impensierisce più di tanto la retroguardia virgiliana che non lascia spazio per affondare. Al 5’ tiro da lontano con porta virgiliana sguarnita, ma Leleco ben posizionato allontana. Al 6’ clamoroso batti e ribatti in area locale, con tiro finale in mischia di Rocha, che probabilmente finisce al di la della linea di porta, ma il portiere di casa è lesto a smanacciare via la palla e gli arbitri lasciano proseguire non convalidando la rete. Il Genova cerca di alzare il ritmo e ne escono due tiri pericolosissimi con Pizetta e Leandrinho che a botta sicura calciano a rete, con palla che finisce di pochissimo a lato. Il Mantova sembra uscire dal torpore di inizio ripresa e ricomincia a giocare, creando diversi grattacapi alla retroguardia locale, soprattutto con le veloci ripartenze dai piedi di Manzali e Ortega, che in due occasioni vengono fermati con le maniere forti, che costano il giallo a Pizetta e Foti. Al 15’ bella discesa di Kytola sulla destra, palla a Manzali a sinistra che ancora una volta non sbaglia e trova il 3-1 per il Mantova. I locali non ci stanno e provano la carta del portiere di movimento a 5’ dalla sirena. La superiorità numerica li porta ancora a farsi sotto con Lenadrinho che spara nell’angolino il momentaneo 2-3. L’illusione di poter riaprire la gara dura meno di un minuto perché manco a dirlo , ancora Manzali dalla distanza riporta a +2 il Mantova, stavolta con la complicità del portiere di casa che non trattiene il rasoterra del bomber biancorosso, che sigla così la sua prima tripletta stagionale in campionato. Nel finale di gara la carta del portiere di movimento non porta al Genova i frutti sperati e anzi da modo al Mantova di chiudere la gara con Ziberi, che dalla difesa calcia da lontano nella porta ormai sguarnita il definitivo 5-2.