Via Valle d'Aosta 16/18 - 46100 - Lunetta-Frassino (MN) +39 338 915 2276 info@mantovac5.com mantovacalcio@pec.divisionecalcioa5.it
Il Mantova dei Mantovani!
l84-mantova-19-gennaio-2019

L84 - BRUSCHI SERVICE MANTOVA 5-5

Sabato 19 Gennaio @ Pala Don Antonio Albano ore 15:00

SERIE A2 TREDICESIMA GIORNATA:

L84 V/S BRUSCHI SERVICE MANTOVA: 5-5 (pt 2-0)

MARCATORI: 11’ p.t. Cerbone (L), 16’ Miani (L), 2’ s.t. Di Guida (M), 3’ Marchiori (L), 4’ Felipe (L), 16’ Leleco (M), 17’ Leleco (M), 18’ Di Guida (M), 19’ Turello (L), 19’30’’ aut. Iovino (M)

L84: Luberto, Iovino, Marchiori, Cerbone, El Adlani, Turello, De Lima, Rosano, Felipe, Di Santo, Miani, Cafagna. All. Barbieri

MANTOVA: Ricordi, Leleco, Kytola, Ziberi, Manzali, Gumeniuk, Lutta, Hosio, Di Guida, Ortega, Rocha, Fontaniello. All. Milella

ARBITRI: Elena Lunardi (Padova), Simone Tassinato (Padova) CRONO: Vittiorio Mattioda (Ivrea)

NOTE: spettatori 150 circa, ammoniti Miani (L), Kytola (M), Leleco (M), Marchiori (L), Manzali (M), Turello (L), De Lima (L)

BRANDIZZO (TO): Carattere biancorosso! Il Bruschi Service Mantova Calcio a 5 nella seconda giornata di ritorno, strappa un punto sul campo del L84, pareggiando per 5-5, una gara vietata ai deboli di cuore. I virgiliani conquistano un punto che serve al momento per muovere la classifica, anche se la graduatoria si accorcia sempre di più in favore del Petrarca Padova, che vittorioso sul fanalino Ossi, si conferma leader solitario a quota 27 con una gara in meno, seguito da Città di Asti a quota 26 e in terza posizione proprio dal Mantova che viene però raggiunto dal Città di Sestu a quota 24. Proprio il Città di Sestu è la squadra che recupererà il 01 febbraio il match con il Petrarca che potrebbe clamorosamente lanciare i sardi in vetta alla classifica, in caso di vittoria contro i patavini.

Una gara dai due volti quella disputata a Brandizzo dal Mantova su un campo caldo e difficilissimo, ma che ha visto nella prima frazione un dominio tecnico a favore dei biancorossi di coach Milella, che però non ha consentito di incanalare la gara sui giusti binari, ma tutt’altro ha dato un doppio vantaggio ai locali, abili a sfruttare al meglio con grande concretezza due su tre delle occasioni avute durante la prima frazione, mandando il Mantova a riposo sotto di due reti. La ripresa consente subito al Mantova di accorciare, ma due infortuni difensivi della retroguardia virgiliana, portando nel giro di due minuti, i neroverdi a prendere il largo sino al 4-1 che permane sino a quattro dalla sirena, facendo presagire ad una gara da dimenticare per il Mantova. Ecco però che nei virgiliani esce l’orgoglio, il cuore quello della grande squadra che dimostra di non voler perdere la partita, con il portiere di movimento mister Milella riacciuffa nei minuti finali un risultato da tutti inaspettato, con Loris Di Guida e la doppietta di Leleco. Partita finita? Nemmeno per sogno, perché il Mantova sfiora clamorosamente in almeno due occasioni di poter andare ancora in rete e vincere la gara, ma inesorabile arriva l’ennesima doccia fredda che sembra mettere la parola fine al match, con L84 che su calcio d’angolo castiga nuovamente i biancorossi, facendo esplodere a 24 secondi dalla sirena il Palasport di Brandizzo,. Il Mantova però non ci sta e con una sferzata di grandissimo orgoglio, affonda, morde e va a riprendersi un 5-5 in rimonta strameritato. Mister Milella alla fine si prende il punto e commenta:” Una gara difficile in un campo molto caldo, avevamo avuto le occasioni per indirizzare la gara come doveva essere ma non ci siamo riusciti, siamo andati sotto ed è uscito il carattere della squadra che non voleva perdere questa partita. Un punto per muovere la classifica, anche se in qualche occasione fuori casa soffriamo un po’ troppo, dobbiamo rivedere qualcosa”.

Si parte con un quintetto base che vede in campo Ricordi tra i pali, Kytola, Leleco, Ziberi e capitan Manzali. L84 che risponde con Luberto, Iovino, Cerbone e El Adlani. Mantova che aggredisce subito gli avversari che invece aspettano. Ci prova Kytola su corner al 2’, poi una bella discesa di Leleco a destra, con parata a terra dell’estremo difensore locale del tiro del mancino virgiliano. Al 3’ è Manzali show, con il bomber che si beve due avversari in dribbling e calcia a rete da dentro l’area, ma ancora il numero uno locale che devia in angolo. I locali si vedono al momento raramente dalle parti di Ricordi che rimane pressochè inoperoso. Al 6’ atterrato Kytola e punizione sul versante destro, schema con Leleco per Ziberi e tiro parato. Al 7’ bel passagio di Ziberi per Arrepiù in mezzo, ma ancora il tiro viene parato. Ancora Ziberi ci prova dalla destra, ma dalla respinta della sua conclusione arriva il contropiede locale, con tiro di Turelo che finisce a alato. Al 8’ conclusione di Di Guida e ancora parata senza difficoltà del numero uno in maglia neroverde. Al 11’ i locali alla prima vera incursione fanno centro con Cerbone che abile a sfruttare uno svarione difensivo, calcia dalla destra nel sette della porta di Ricordi, trovando il vantaggio. Il Mantova cerca di reagire con Ortega che ci prova dal limite dell’area e da sinistra dopo un imbeccata di testa di Ziberi, ma Luberto para con sicurezza. Al 15’ si vede Ricordi che para al limite dell’area a mano aperta un tiro dalla sinistra di Miani. E’ il preludio al suo gol perché lo stesso brasiliano poco dopo scende sulla destra e calcia sul secondo palo, bucando Ricordi in uscita e castigando in maniera troppo severa il Mantova. I biancorossi non ci stanno e hanno dalla loro anche un po’ di sfortuna, quando il tiro bello e preciso di Manzali dalla distanza, si stampa di netto sull’incrocio dei pali, con portiere che guarda la palla. Al 18’ punizione per L84 per fallo di Kytola al limite dell’area, ma il tiro non crea problemi a Ricordi che para. Ci provano ancora i virgiliani con Manzali che per un soffio non aggancia un passaggio di Kytola e poi con il solito Leleco che ci prova dalla distanza. Al 19’ nuova ghiottissima occasione Mantova, con Lutta che da due passi lasciato solo davanti alla porta, non devia in rete un passaggio filtrante di Leleco. Si va al riposo con tabellone che vede i locali avanti per 2-0.

La ripresa trova subito al 2’ l’acuto del Mantova che accorcia con Di Guida, che ben appostato sul secondo palo, sfrutta al meglio un errore della difesa mettendo dentro il gol che accorcia le distanze. Ancora al 2’ punizione di Leleco ai 15 metri, tiro che il portiere para. Al 3’ percussione dei locali e sull’uscita di Ricordi, il tiro che sembra entrare nella porta vuota, ma Kytola spara lontano. Al 3’ Lelelco calcia dalla distanza, la palla viene respinta dall’estremo difensore, recupera Manzali, ma il suo tiro vien messo in corner. Al 3’ nuova marcatura per L84 che con una veloce ripartenza, lascia tutto il Mantova un po’ sorpreso e dalla destra Marchiori trova il gol del 3-1. In un solo minuto arriva anche la quarta rete di Felipe, che sembra uccidere definitivamente i virgiliani. Al 5’ occasionissima locale con Miani che sbaglia di pochissimo. Al 7’ Ortega sbaglia la deviazione in porta, calciando in modo lento sul portiere. Al 9’ prova Hosio, ma il suo tiro finisce a lato. Al 11’ il Mantova è ancora sfortunato con Di Guida che dalla sinistra colpisce la seconda traversa della gara. Lo stesso Di Guida ci riprova ma il suo tiro dalla distanza stavolta è parato. I locali sospinti dall’aggressività del Mantova, arretrano il baricentro e i virgiliani prendono campo, tanto che al 14’ mister Milella, tenta la carta del portiere di movimento. Serve un tiro preciso di sinistro di Leleco al 16’ per accorciare le distanze. Un minuto dopo e la manovra del portiere di movimento porta ancora in gol i virgiliani sempre con Leleco che calcia sul secondo palo dalla destra. I locali incassano e provano a reagire subito creando un nuovo brivido al Mantova, con conclusione da pochi passi che si infrange sul palo di sinistra della porta difesa da Ricordi. Al 18’ il Mantova con Kytola di movimento arriva sotto porta e Loris Di Guida non sbaglia, rimettendo il match in parità a meno di due minuti dal triplice fischio. In campo saltano gli schemi e tutte e due le squadre provano a vincere la gara, ma è il Mantova che ha la palla del match con Manzali che in area non riesce a mettere in rete un pallone velenosissimo. Allo scadere succede veramente di tutto, con conclusione dei locali che Ricordi devia in angolo, da cui nasce il 5-4 per la squadra di casa, con Turello che raccoglie al volo la battuta del corner e calcia di precisione dalla sinistra la palla che si insacca sul palo lontano. Palazzetto dello Sport di Brandizzo in festa, quando alla sirena mancano solo 24 secondi. Tutto sembra ormai finito, ma il cuore e la grinta del Mantova stavolta servono fino alla fine, quando con rabbia bomber Manzali dal limite dell’area sulla destra, calcia a rete una palla che trova la deviazione nella sua porta dell’incolpevole Iovino, trovando un rocambolesco ma meritato 5-5. Adesso la sosta di due settimane, che servirà per ricaricare le pile in vista dello sprint finale di campionato, che potrebbe significare tanto per questo primo anno di serie A2 del Mantova. La ripresa dunque fissata per il 09 febbraio alle ore 15.30, quando al Neolu’ arriverà il Leonardo.