Via Valle d'Aosta 16/18 - 46100 - Lunetta-Frassino (MN) +39 338 915 2276 info@mantovac5.com mantovacalcio@pec.divisionecalcioa5.it
Il Mantova dei Mantovani!
mantova-citta-di-mestre-10-marzo-2018

BRUSCHI SERVICE MANTOVA - CITTÀ DI MESTRE 9-3

Sabato 10 Marzo @ Pala Neolù ore 16:00

SERIE B 8^ GIORNATA RITORNO:

BRUSCHI SERVICE MANTOVA V/S CITTA’ DI MESTRE: 9-3 (p.t.4-2)

MARCATORI: 2’50’’ Belleboni, 5’50’’Zanatta (C), 6’43’’- 26’25’’- 28’08’’Fabinho, 8’37’’ Mercolini, 17’18’’ Manzali, 18’22’’ Favereiro (C), 21’55’- 22’30’’ Leleco, 22’05’’ Zakouni ( C), 17’22’’ Palermo.

MANTOVA: Fontaniello, Gumeniuk, Mercolini, Louanda , Leleco, Guerrieri, Belleboni, Montelli, Palermo, Manzali, Fabinho, Ricordi. All.Milella

MESTRE: Villano, Scandagliato, Zakouni, Biancato, Zanatta, Zanardo, Saviolo, Semenzato, Azzalin, Camilla, Scotton, Fevereiro. All. Frizziero

ARBITRI: Costa di Collegno, Scarafia di Casale Monferrato. CRONO: Sgueglia di Caserta

Note: spettatori 100 circa, ammoniti Belleboni (M), Biancato (C), Scotton (C), Zanatta(C).

MANTOVA – Nove di cuori! Il Bruschi Service Mantova Calcio a 5 procede come una schiacciasassi e con la sesta vittoria di fila, regola anche la pratica Città di Mestre con un sonoro 9-3, con virgiliani che rimangono al secondo posto a quota 40 punti sempre a +5 sul primo inseguitore Villorba, conquistando la matematica certezza di disputare gli spareggi promozione per la A2.

Un Mantova che anche oggi è parso in una condizione strabiliante, squadra concentrata, grintosa, umile e anche sicuramente dotata di un bagaglio tecnico non da poco, un mix esplosivo e vincente che sta dando ai biancorossi il giusto merito in questo bellissimo campionato di serie B. Poco da dire sulla gara che non è mai stata in discussione, con biancorossi assoluti padroni del campo dall’inizio alla fine e risultato che rispecchia in maniera inequivocabile l’evidente divario tra le due squadre in campo al Neolu’. Gli ospiti hanno provato come hanno potuto di giocarsela alla pari, cercando di arginare le veloci giocate virgiliane con tutti i mezzi, ma forse solo con un caterpillar oggi, sarebbe stato possibile frenare Manzali e compagni. Niente euforie e facili illusioni, la strada è lunga e piena di pericoli e insidie, quindi avanti come sempre con umiltà, determinazione, lavoro e poche parole, le uniche ricette di cui mister Milella vuole sentire parlare.

La cronaca: Mantova che si presenta con tutti i suoi effettivi, eccezion fatta per Pagnussatt, a cui il tecnico virgiliano ha deciso di concedere un turno di riposo, sostituendolo con Louanda, decisivo sette giorni fa contro il Maccan. Al 1’ è subito Mantova con Fabinho autentico trascinatore oggi, atterrato al limite dell’area e punizione calciata da Leleco murata dalla difesa ospite, riprende Fabinho e tiro deviato in angolo. Al 1’ veloce ripartenza degli ospiti che scalda le mani a Ricordi che devia in angolo. A 2’50’’ vantaggio Mantova con Belleboni che da centrocampo mira la porta e lascia partire un velenoso rasoterra che si insacca in rete 1-0. Al 3’ nuova punizione Mantova dal limite dell’area, battuta di Fabinho per Belleboni, tiro murato. Venti secondi e ancora fallo su Fabinho con calcio da fermo ai 10 metri destra battuto da Leleco, con tiro respinto. Al 4’ bello scambio in velocità Palermo, Leleco e tiro di quest’ultimo respinto dalla difesa. Ci riprova Palermo dalla sinistra, ma tiro respinto e ripartenza del Mestre che trova l’angolo su parata di Ricordi, dalla successiva battuta nulla di fatto. Al 5’ ci prova Belleboni su calcio da fermo in posizione centrale, ma il suo tiro è respinto ancora una volta dal muro ospite. Ancora Belleboni con discesa sulla sinistra, passaggio a Manzali ma il suo tiro finisce alto. Al minuto 5’50’’ leggerezza difensiva del Mantova, una delle rare di questa partita, con uscita alta di Ricordi al limite dell’area e fallo sull’avversario. Tiro dal limite e palla che si insacca centralmente tra le gambe della barriera alle spalle dell’estremo difensore virgiliano per il temporaneo 1-1. Un minuto e Mantova di nuovo in vantaggio con Fabinho che conclude a rete un passaggio di Manzali a centro area. Il Mantova c’è e allunga al minuto 8’ con il giovane under Mercolini che ricevuta palla da Fabinho dalla distanza sulla destra, lascia partire un preciso tiro che non lascia scampo e porta a tre le marcature virgiliane. Gli ospiti ci provano al 10’ su tiro d’angolo ma il tiro finisce alto sulla traversa. Al 11’ Montelli in velocità sulla sinistra, secondo palo per Palermo che di un soffio non aggancia. Al 12’ ci prova ancora Belleboni dalla distanza con tiro deviato in corner. Al 15’ Mantova che potrebbe allungare su libero per sesto fallo subito da Manzali, ma la conclusione dello stesso Arrepiù che decide di battere dal limite dell’area, finisce incredibilmente a lato. Al 17’18’’ arriva però il gol di Manzali che in area riceve palla dalla destra da Leleco, palla tra un nuvolo di gambe che finisce lentamente in rete per il 4-1. Al 18’ ci prova ancora Manzali, ma la sua conclusione innesca una veloce ripartenza del Mestre che trova sbilanciata la retroguardia biancorossa e porta al tiro che si insacca sul secondo palo, trovando il gol e parziale di 4-2. Gli ospiti ci riprovano ancora dalla distanza, ma stavolta un onnipresente Fabinho salva tutto, allontanando il pallone sulla riga a Ricordi battuto. Si va al riposo sul parziale di 4-2, con la sensazione che la gara sia nelle mani dei virgiliani che poco hanno concesso agli ospiti, bravi a capitalizzare al massimo le occasioni avute.

Nella ripresa però il Mantova schiaccia il piede sull’acceleratore e la gara diventa tutta a tinte biancorosse. Al 22’30’’ grande percussione di Leleco che si infila tra due avversari e al limite dell’area, lascia partire uno dei suoi bolidi di sinistro che si insacca sul secondo palo per il 5-2. La troppa euforia causa però un passaggio a vuoto nella difesa virgiliana, con ospiti ancora una volta lesti ad approfittare di una delle rare disattenzioni del Mantova, trovando al 22’05’’ la terza rete. Ci pensa ancora una volta Leleco a riportare le debite distanze, con tiro ancora di sinistro che finisce in rete dopo il bel servizio di Palermo per il 6-3. Al 23’ Belleboni prova a sorprendere l’estremo difensore ospite con un pallonetto dalla distanza, ma la palla finisce sopra la traversa. Gli ospiti cercando di riordinare le idee e calciano in porta dalla destra, ma Ricordi oggi poco impegnato, si fa trovare pronto abbrancando la sfera. Al minuto 26’ accade una di quelle azioni che resteranno per sempre negli annali del futsal: Montelli conquista palla in difesa sulla destra, vede uno stratosferico Fabinho smarcato dalla parte sinistra in attacco, all’altezza della lunetta del calcio d’angolo, lancia il brasiliano che si coordina e al volo colpisce di destro in rovesciata, che si insacca nel sette opposto della porta ospite, trovando un gol pazzesco, incredibile, fantastico, un capolavoro, con standing ovation di tutto il palazzetto e un minuto di applausi tutti solo per lui, con tabellone che segna 7-3 per il Mantova. Il fantasista di Rio però è una autentica spina nel fianco e due minuti dopo mai domo, realizza anche l’ottava rete e la sua personale tripletta, depositando in porta sul secondo palo, ancora un pallone arrivato da passaggio di Montelli. La gara di fatto si chiude qui, con Mestre che tenta una timida e poco convinta reazione, inserendo già dal 31’ il portiere di movimento, che però non crea particolari grattacapi alla difesa virgiliana, che chiude bene gli spazi e tenta di trovare ancora la via della rete, con tiri dalla distanza a porta semi sguarnita. Da registrare una conclusione pericolosa degli ospiti, con palla che finisce di poco a lato, dopo un’azione manovrata. Proprio da una ripartenza difensiva, arriva per il Mantova al minuto 37’22’’, la rete numero nove stavolta a firma di Palermo, che appostato sul secondo palo, mette dentro un passaggio di Belleboni dalla destra. Al 39’ ci riprova Palermo dalla distanza, ma la conclusione alta, di fatto chiude la gara sul definitivo 9-3.