Via Valle d'Aosta 16/18 - 46100 - Lunetta-Frassino (MN) +39 338 915 2276 info@mantovac5.com mantovacalcio@pec.divisionecalcioa5.it
Il Mantova dei Mantovani!
mantova-canottieri-belluno-04-novembre-2017

BRUSCHI SERVICE MANTOVA - FENICE VENEZIA MESTRE 3-4

Sabato 06 Gennaio @ Pala Neolù ore 16:00

SERIE B 1^ GIORNATA RITORNO:

BRUSCHI SERVICE MANTOVA CALCIO A 5 V/S FENICE VENEZIAMESTRE: 3-4 (p.t.1-1)

Marcatori: 2’31’’ Manzali, 17’ Azzoni (V), 20’ Botosso (V), 22’33’’ Fabinho, 29’23’’ Tenderini (V), 30’06’’ Nalesso (V), 31’25’’ Leleco.

MANTOVA: Fontaniello, Gumeniuk, Mercolini, Pagnussatt, Leleco, Guerrieri, Belleboni, Montelli, Palermo, Manzali, Fabinho, Ricordi. Allenatore: Milella

VENEZIA: Piazzon, Tenderini, Caregnato, Meo, Zupperdoni, Azzoni, Botosso, De Battista, Cavaglia, Hasaj, Nalesso, Molin. All. Pagana

Arbitri: Scarfone di Genova, Serano di Modena, crono Anzisi di Mantova

Note: spettatori 100 circa,

ammoniti Manzali, Fabinho, Montelli, Palermo, Meo, Piazzon, Tenderini, Caregnato, Molin

Espulsi per doppia ammonizione Tenderini e Caregnato, allontanato l’allenatore del Mantova Milella a fine primo tempo.

La Befana non porta bene! Il Bruschi Service Mantova al termine di una partita entusiasmante cade tra le mura amiche ad opera della Fenice Venezia per 4-3, perdendo così la seconda posizione in classifica ora occupata dal Città di Mestre che scavalca i virgiliani a quota 23, mentre il Miti Vicinalis aggancia la squadra di mister Milella in terza piazza a quota 22, segue il Belluno a quota 20. Classifica sempre più corta, con il Petrarca ormai a + 11 sulla seconda e con la serie A2 in tasca. Un bel Mantova comunque quello visto oggi al Neolu’ soprattutto nella ripresa, dove i virgiliani hanno mantenuto il pallino del gioco per larga parte della frazione di tempo, ma purtroppo sia una buona dose di sfortuna, che la bravura della ottima difesa ospite, ha impedito ai biancorossi di incamerare tre punti che potevano davvero valere doppio. Anche oggi nonostante la prestazione positiva, il Mantova paga oltremodo la condizione fisica non ottimale di parecchi giocatori ed è costretto come consuetudine ormai, a dover gestire una rotazione troppo corta per i ritmi di questo girone di serie B, che si dimostra sempre più equilibrato e insidioso. Anche i nuovi arrivi devono sicuramente trovare i giusti equilibri e non basta un pur sempre generoso e mai domo Leleco, a salvare i biancorossi dalla sconfitta. Mantova che paga a caro prezzo nella ripresa, due veloci ripartenze ospiti dopo aver sfiorato il gol, con Venezia che sfrutta al meglio gli spazi lasciati dai biancorossi in fase di attacco.

Si parte con Ricordi tra i pali, Leleco centrale, Fabinho e Belleboni sui lati e Manzali davanti. Il Mantova parte subito forte con due deviazioni in angolo dell’estremo difensore ospite su conclusioni di Leleco e Fabinho. Risponde la Fenice con due conclusioni dalla distanza che finiscono a lato. La prima occasione vera è proprio quella di Arrepiù Manzali che si dimostra sempre una spina nel fianco delle difese: il bomber di Londrina aggancia un passaggio filtrante da tiro d’angolo e in area non sbaglia 1-0. La gara prende quota e le squadre escono dall’iniziale timore, affrontandosi a viso aperto con rapidi capovolgimenti di fronte. Al 7’ punizione dalla sinistra per la Fenice, ma gli avanti ospiti non s intendono e la conclusione finisce a lato. Risponde il Mantova con Fabinho, ma la sua conclusione viene parata. Al 7’ punizione dalla sinistra di Montelli per Fabinho, con conclusione deviata in angolo. Al 8’ punizione con schema degli ospiti dalla sinistra, con tiro che viene respinto all’interno dell’area dalla difesa del Mantova. Ancora ospiti pericolosi con Ricordi che devia in angolo dalla distanza e successivo tiro da corner che finisce sopra la traversa. Al 11’ ci prova lelelco dal limite dell’area ma la conclusione è deviata in corner. Al 12’ bella azione in velocità della Fenice con incursione in area e tiro finale deviato in angolo. Al 13’ discesa di Manzali sulla sinistra, passaggio sul secondo palo per Belleboni che in velocità di un soffio non aggancia per concludere a rete. Sulla successiva ripartenza, Ricordi devia in angolo la conclusione ravvicinata. Al 14’ Manzali solo in area manca di un niente la conclusione su passaggio di Leleco. Al 15’ punizione battuta da Leleco dalla sinistra ma il pallone si spegne sul fondo. Al 16’ conclusione di Leleco dalla distanza deviata in angolo, da cui nasce una nuova conclusione di Belleboni che finisce alta. Al 17’ bella parata di Ricordi che riesce a deviare un tiro ravvicinato in angolo, rimanendo anche leggermente infortunato. Passano 10’’ e gli ospiti trovano il pari su calcio di punizione con Azzoni che insacca. Il Mantova ci riprova con Manzali, ma il bomber virgiliano non riesce ad arpionare un passaggio filtrante di Belleboni a pochi passi dalla porta. Al 19’ tiro libero Fenice per 6’ fallo Mantova e conclusione che finisce a lato. La prima frazione si chiude con una conclusione alta di Belleboni.

La ripresa vede subito ospiti in vantaggio: azione di Manzali in velocità che viene atterrato in area, il direttore di gara lascia proseguire e gli ospiti sono lesti a ripartire con conclusione di Botosso, che sul secondo palo non si fa pregare per metterla dentro trovando l'1-2. Dopo un minuto, clamorosa traversa Fenice su tiro dalla distanza. Al 22’ arriva il pari del Mantova su schema da calcio d’angolo, con conclusione da fuori di Fabinho, che con un rasoterra piega le mani all’estremo difensore ospite trovando il 2-2. Il Mantova prende campo e cerca di chiudere gli ospiti sulla difensiva, esponendosi però a rapidi e pericolosi contropiedi. Al 23’ Belleboni conclude alto sopra la traversa. Al 24’ serpentina ubriacante di Leleco che si beve due avversari, entra in area ma la sua conclusione viene smorzata dalle gambe di un difensore. Al 24’ ancora Belleboni ci prova, ma il tiro viene deviato in angolo. Al 24’30’’ Ricordi salva su tiro dalla sinistra in angolo. Sulla ripartenza il portiere virgiliano innesca Manzali, con conclusione deviata in angolo. Al 25’ è Palermo che si fa deviare la conclusione in corner, con battuta successiva di Fabinho per Pagnussatt che calcia alto. Il Mantova accelera ancora con Manzali che tenta più volte la via della rete, ma è bravo l’estremo difensore ospite a farsi trovare sempre pronto. Al 26’ punizione dall destra calciata da Fabinho, con deviazione in angolo. Al 27’ rinvio lungo di Ricordi per Manzali con tiro che finisce a lato. Ancora Manzali al 27’ che ci prova di tacco, ma l’estremo difensore ospite non si fa sorprendere. Al 29’ dopo un azione in velocità, Leleco si trova sui piedi una palla d’oro in area a tu per tu con l’estremo difensore ospite: il talento di Couritiba tenta uno spettacolare pallonetto che fa gridare al gol, ma il tiro viene incredibilmente respinto sulla riga di porta e fa ripartire gli ospiti, che in velocità sorprendono la difesa biancorossa, trovando il più classico dei gol di ripartenza e il vantaggio per 3-2. Il Mantova accusa il colpo e non passano nemmeno 30’’ che arriva la doccia fredda, con errore di Belleboni che perde palla sul pressing veneziano e consegna di fatto la palla del 4-2 sui piedi di Nalesso che da due passi non sbaglia. Gli ospiti commettono il 5° fallo e Azzoni si fa cacciare per doppia ammonizione, Leleco va sul libero e accorcia al 31’ trovando il 3-4. Il Mantova non demorde e tenta ancora di riacciuffare la partita, cercando di sfruttare il vantaggio dei 5 falli, ma gli ospiti si chiudono a difesa della propria area, cercando rapide azioni di rimessa. Al 32’ Ricordi salva una clamorosa conclusione, con palla che prima di essere deviata in angolo danza sulla linea di porta. Al 33’ Belleboni conclude dalla distanza e centra un clamoroso palo che gli nega la gioia del pari. Al 33’25’’ nuovo libero per il Mantova con Leleco che però centra il secondo palo. I virgiliani non riescono a sfruttare la superiorità numerica e gli ospiti riescono a superare indenni i 2 minuti di handicap, con conclusioni biancorosse ribattute in sequenza. L’assedio virgiliano non porta frutto nemmeno nei due minuti finali, con il portiere di movimento, dove si registra una velenosa conclusione di Leleco dai 15 metri al 39’, con autentico miracolo dell’estremo difensore ospite che salva il risultato e di fatto chiude la gara.

Adesso sarà sosta, con ripresa del campionato fissata per sabato 20 gennaio 2018, quando il Mantova andrà a Padova a far visita al Petrarca, in una gara da mission impossibile.