Via Valle d'Aosta 16/18 - 46100 - Lunetta-Frassino (MN) +39 338 915 2276 info@mantovac5.com mantovacalcio@pec.divisionecalcioa5.it
Il Mantova dei Mantovani!
mantova-ossi-san-bartolomeo-24-marzo-2019

BRUSCHI SERVICE MANTOVA - VILLORBA 6-2

Venerdì 19 Aprile @ Pala Neolù ore 16:00

Gallery

SERIE A2 VENTUNESIMA GIORNATA:

BRUSCHI SERVICE MANTOVA V/S VILLORBA 6-2 (4-1 p.t.)

MARCATORI: 5’13’’ p.t. Manzali (M), 7’23’’ p.t. Ziberi (M), 8’11’’ Ortega (M), 16’46’’ p.t. Maddalosso (V), 18’05’’p.t. Kytola (M), 02’10’’ s.t. Manzali (M), 15’57’’ s.t. Hosio (M), 19’25’’s.t. Del Gaudio (V).

MANTOVA: Ricordi, Leleco, Kytola, Manzali, Di Guida, Gumeniuk, Lutta, Hosio, Ziberi, Ortega, Rocha, Fontaniello. All. Milella

VILLORBA: Bresolin, Rossi, Vailati, Del Gaudio, Del Piero, Cadorin, Madu, De Vivo, Rexhepaj, Bortolini, Maddalosso, Zornetta. All. De Martin

ARBITRI: Federico Beggio (Padova), Alessandro Malfer (Rovereto) CRONO: Giulio Colombin (Bassano del Grappa).

Note: spettatori 100 circa, ammoniti: Vailati (V), Del Piero (V), Del Gaudio (V), Kytola (M), Di Guida (M), Manzali (M). al 09’09’’ Manzali fallisce un calcio di rigore.

MANTOVA: Giochi Fatti! Il Bruschi Service Mantova Calcio a 5 nella decima giornata di ritorno, vince largamente contro il Futsal Villorba per 6-2, conquistando con una giornata di anticipo il secondo posto matematico per i play off a quota 42, a meno 4 dalla capolista Petrarca Padova, che vittoriosa a Sestu per 3-2, festeggia con un turno di anticipo la meritata promozione in serie A. Dietro rimane la bagarre per l’altro posto disponibile per i play off conteso da Città di Asti che espugna Merano per 6-5 e si attesta a quota 37 e appunto Sestu ed L84 entrambe appaiate a quota 36, con i torinesi che cadono in casa di un pimpante Milano per 11-6 e aspettano l’ultimo turno casalingo proprio contro i sardi di mister Mura. Per il Mantova sarà del tutto ininfluente il risultato dell’ultima gara in casa del Città di Asti, che vincendo contro i virgiliani avrebbe l’accesso sicuro ai play off, senza appunto nulla cambiare per le sorti dei biancorossi certi di disputare gli spareggi promozione da secondi, probabilmente proprio contro una delle tre del girone, in lotta per un posto nella post season. Dopo il pareggio contro il Petrarca di sette giorni fa che di fatto certificava l’addio al primo posto, l’obiettivo era proprio consolidare la seconda piazza e gli uomini di mister Milella hanno fatto al pieno il loro dovere, portando a casa una vittoria che consente di guardare con fiducia all’appendice di campionato.

Partita mai in discussione quella contro il Villorba, arrivato a Mantova senza particolari ambizioni, anche se i virgiliani sono scesi in campo estremamente motivati e bravi a mettere subito il match in ghiaccio, con una supremazia che non lascia spazio ad interpretazioni, mostrando uno stato di forma invidiabile, con trame di gioco quasi perfette, che hanno fatto divertire il buon pubblico presente al Neolu’, nonostante la giornata feriale. Prima frazione subito a ritmi molto alti, con Mantova che accelera, imposta, conclude e Villorba che tenta come può di arginare la manovra virgiliana, ma è troppa la differenza in campo che consente al Mantova di andare al riposo con la pancia già piena sul risultato di 4-1 e tante occasioni create.

Ripresa meno tirata con altre due reti, ma dove comunque la sinfonia non cambia e le note dell’orchestra biancorossa, portano dritte verso i play off.

Si parte con Mantova in maglia classica biancobandata e quintetto base con Ricordi, Kytola, Leleco, Di Guida e Manzali, Villorba in giallo blu che risponde con Bresolin, Rossi, Vailati, Del Gaudio e Del Piero. Subito Mantova in palla con bomber Arrepiù che al 1’ raccoglie un rilancio lungo di Ricordi e calcia dalla sinistra verso la porta, ma Bresolin allontana di piede. Ancora Arrepiù che cerca la rete dopo un passaggio di tacco di Loris Di Guida, ma allontana la difesa. Buona combinazione Di Guida Manzali e testa per Kytola che spara alto. Ci prova anche Leleco calciando dalla destra sul palo lontano, ma la palla è presa di Bresolin che fa ripartire la sua squadra, con azione chiusa in ripiegamento da Di Guida che mette in angolo. Arrepiù tenta dalla destra ma il suo tiro preciso e velenoso, stavolta sbatte sul palo lontano. Il Villorba fatica a contenere i virgiliani e prova a rendersi pericoloso con Rossi che tenta una conclusione che attraversa lentamente lo specchio della porta spegnendosi sul fondo. La pressione del Mantova trova il giusto sfogo al minuto 5’ quando Arrepiù dalla sinistra si gira palla al piede e mette dentro un tiro preciso su cui nulla può Bresolin, portando i biancorossi in vantaggio. Entra Ortega e al 6’ prova con una bella girata a trovare la rete da centro area, ma il pallone incoccia sul palo di destra della porta del Villorba. Il pivot brasiliano è bravissimo a difendere una palla sulla sinistra e aspettare l’arrivo di Ziberi sulla destra, che riceve palla e di prima calcia un bolide sotto la traversa che porta il Mantova sul 2-0. Nemmeno un minuto e ancora Ortega protagonista con un tiro che Bresolin devia in angolo, da cui nasce la terza rete proprio a firma del numero 20 virgiliano, abile a mettere dentro il filtrante proveniente dal corner. Il Mantova accelera, imposta e va alla conclusione. Al 9’ il funambolico Hosio si invola sulla destra, entra in area e viene steso prima del tiro: è penalty per il Mantova che Arrepiù si incarica di calciare, ma il suo tiro finisce fuori bersaglio, spegnendosi sul fondo alla destra di Bresolin. Ancora Mantova con Leleco e Di Guida che ci provano trovando la buona risposta di Bresolin in angolo. Gli angoli fioccano e il Mantova prova da tutte le parti con Hosio prima e Manzali che dalla sinistra si vede deviare un bel tiro al volo. Si rivede il Villorba con Madu che dalla distanza prova a sorprendere Ricordi, ma il tiro finisce alto. Al 13’ occasione per Rocha che a centro area viene imbeccato da Ziberi, ma il suo tiro è preda ancora di Bresolin che calcola bene il tempo e para in uscita. Al 16’ il Villorba accorcia le distanze con Maddalosso che si smarca bene e calcia di precisione alle spalle di Ricordi. Il Mantova non si scompone e continua a collezionare occasioni con tutti i suoi effettivi, ma Bresolin autore di un’ottima prova, difende con i denti la sua rete. Ci provano Rocha, Kytola e Ziberi, ma i piedi di Bresolin allontanano. Al 18’ serve ancora una giocata dell’ottimo Ortega per smarcare Kytola che a centro area deve solo depositare dentro il 4-1, con cui si va al riposo.

Nella ripresa cambia nulla o forse poco rispetto alla prima frazione, con Mantova che se pur a ritmi più bassi, continua a far valere la propria superiorità. Al 1’ tiro di Leleco da centro area e deviazione in corner del portiere ospite, risponde il Villorba con Del Piero che mette di un soffio a lato. Arrepiù ruba palla e ci prova ma il portiere intuisce e devia ancora in corner, batte lo stesso Arrepiù per Leleco che calcia alto. Al 2’ è cinquina con Arrepiù che ruba palla e da solo si invola sulla destra, calciando a rete dai dieci metri un rasoterra che si infila sul secondo palo. Il Villorba prova a rendersi pericoloso con Del Piero e Maddalosso, ma le conclusioni sorvolano la traversa della porta di Ricordi. Al 5’ ghiotta occasione per Hosio, ma il finlandese non aggancia in area una palla invitante di Ziberi. Lo stesso Ziberi non riesce ad agganciare un passaggio di Lutta al 7’, con palla che scorre sul fondo. Al 9’ Leleco salva una bella incursione degli ospiti, calciando lontano il pallone. Al 10’ azione bellissima e applaudita del Mantova con Ortega e Leleco protagonisti. Ci prova il primo ma il suo tiro è respinto dalla destra, sulla ribattuta Leleco, ma ancora respinto il tiro, raccoglie nuovamente Ortega che rimette per il mancino, che stavolta trova Bresolin che para. Al 15’ Arrepiù finalizza per Hosio che si smarca, riceve palla e calcia a rete dalla destra un pallone a mezz’altezza che si insacca di potenza sotto la traversa, secondo quella che è la sua specialità, trovando il 6-1. Il resto è accademia, con nel finale la seconda rete del Villorba che arriva a pochi secondi dal triplice fischio, a firma di Del Gaudio che dà dentro l’area calcia sul secondo palo e scrive 6-2 sul tabellino di fine gara.