Via Valle d'Aosta 16/18 - 46100 - Lunetta-Frassino (MN) +39 338 915 2276 info@mantovac5.com mantovacalcio@pec.divisionecalcioa5.it
Il Mantova dei Mantovani!
mantova-calcio-a-5-prima-squadra

ITALIAN COOFEE PETRARCA- BRUSCHI SERVICE MANTOVA 8-0

Sabato 20 Gennaio 2018 @ Palestra Gozzano ore 20:30

SERIE B 2^ GIORNATA RITORNO:

ITALIAN COFFE PETRARCA V/S BRUSCHI SERVICE MANTOVA: 8-0 (p.t.2-0)

MARCATORI: 2’20, 12’56 Maina (P); 20’50, 22’52, Foglia (P), 30’49 Guerrieri aut. (M); 27’13 Cleber (P); 37’15 Marchese (P); 39’36 Gastaldello (P).

PETRARCA: Bastini, Ortega, Basso, Terenzi, Turiaco, Cleber, Maina, Foglia, Chinchio, Mazzucato, Marchese Gastaldello. All. Giampaolo

MANTOVA: Fontaniello, Gumeniuk, Mercolini, Pagnussatt, Leleco, Guerrieri, Belleboni, Montelli, Palermo, Manzali, Fabinho, Ricordi. All.Milella

ARBITRI: Zucchiatti di Tolmezzo e Cicchetti di Pordenone. CRONO: Voltarel di Trevis

Note: spettatori 400 circa, ammoniti Leleco (M), Ortega (P), Cleber (P)

PADOVA – Solito Copione! Il Bruschi Service Mantova Calcio a 5 non compie l’impresa e per la terza volta in questa stagione viene sconfitto pesantemente dalla corazzata Petrarca, che con questa vittoria si lancia a +13 sulle dirette inseguitrici, ipotecando la serie A2 e facendo scivolare i biancorossi al 5° posto in classifica, ultimo utile per i play off, dove si preannuncia una bagarre assoluta tra almeno sette pretendenti per quattro posti. Sulla qualità assoluta della squadra di Giampaolo non si può discutere, ma probabilmente il Mantova che nel primo tempo è parso difendersi con ordine, poteva fare di più.

Come nei precedenti confronti, i virgiliani di mister Milella, soffrono terribilmente l’avversario, soprattutto in termini psicologici ed al contrario dei rivali che al biancorosso probabilmente si esaltano come un toro furioso, riconoscendo in loro l’avversario forse più temibile, il gruppo virgiliano non appena va in difficoltà vede solo il nero delle divise di Foglia e compagni, complicando terribilmente il compito già di per sé da missione impossibile. Come sempre il Mantova rimane in partita per tutta la prima frazione di gioco, sfiorando anche la rete, sprecando un tiro libero e non sfruttando il bonus dei cinque falli, con cui il Petrarca ha giocato gli ultimi sei minuti del primo tempo. Poi nella ripresa due colpi di bacchetta magica di Adriano Foglia, incanalano la gara verso un monologo patavino, con i biancorossi già sul pullman del ritorno dopo soli due minuti del secondo tempo. Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? Difficile da dire, perché nel primo caso calza a pennello per la prima frazione di gioco, mentre decisamente mezzo vuoto per quanto visto nella seconda parte della gara. Certo che i biancorossi dovranno metabolizzare quanto prima il risultato della Gozzano, per ricominciare a correre già da sabato prossimo, quando sul campo di Thiene in una gara durissima sotto ogni aspetto, bisognerà tirare fuori i cosiddetti attributi, per riuscire a portare a casa punti pesanti per smuovere di nuovo la classifica e lottare per un posto nei play off.

Partita subito molto combattuta con rapidi capovolgimenti di fronte e Mantova che sembra ben disposto in campo. Primo sussulto con Foglia al 2’ con un tiro respinto in extremis dalla difesa virgiliana. I padroni di casa spingono sull’acceleratore e trovano il gol qualche secondo dopo con Maina che batte al volo su passaggio di Foglia, con un diagonale dalla destra che si insacca beffardamente alle spalle di Ricordi. Al 3’ ci prova Leleco su punizione dai 15 metri, ma Bastini devia in angolo. Ancora Maina protagonista, con tiro deviato in angolo da Ricordi. Al 5’ conclusione di Maina nata da corner che finisce di poco a lato. Al 6’ errore di Fabinho che perde palla ai dieci metri, ma la conclusione ancora di Maina finisce alta sulla traversa. La difesa virgiliana cerca di arginare come può le folate patavine, con Ricordi che si fa trovare pronto in un paio di interventi difficili. Al 7’ ripartenza Mantova con Fabinho per Montelli che si fa respingere la conclusione e sulla successiva ripartenza Foglia calcia alto. Al 8’ ci prova Maina con un pallonetto ma la palla finisce a lato. Al 10’ errore difensivo del giovane biancorosso Mercolini che consegna di fatto la palla a Gastaldello che si divora il 2-0 sparando da pochi passi su Ricordi, risponde subito Fabinho con un colpo di testa che costringe Bastini a superarsi, ma nemmeno il tempo di rifiatare che la bomba di Terenzi dalla destra si stampa sul palo esterno. La gara si accende e Leleco al 13’ da due passi dopo uno scambio rapido con Manzali, non trova la rete per un soffio, con difesa locale che si salva deviando a lato miracolosamente. Al 13’ raddoppio Petrarca con Foglia che dalla distanza trova uno spazio impossibile calciando in porta sul secondo palo, dove è lesto ancora Maina a deviare la conclusione del fantasista italo brasiliano. La gara si fa accesa e il Petrarca raggiunge il quinto fallo con 6’ ancora da giocare. Ortega commette fallo su Leleco, ma lo stesso Leleco non capitalizza il libero calciando lentamente sulla destra di Bastini che intercetta la conclusione, deviando in angolo. Al 15’ punizione dal limite per il Petrarca, ma la conclusione viene respinta lontano dalla difesa mantovana. Al 17’ ci prova ancora Foglia, ma Ricordi devia in angolo. Anche Leleco si vede deviato il tiro in angolo da Bastini. Al 18’ Manzali su ripartenza non riesce ad agganciare un bel passaggio di Montelli, mancando la conclusione dall’interno dell’area.

Al 20’ deviazione di Ricordi in angolo, con cui si conclude la prima frazione di gioco, sul vantaggio di 2-0 per il Petrarca ma il Mantova sembra restare in partita. Pronti via ed è subito 3-0 per i patavini con una bomba di Foglia che raccoglie da corner e insacca dalla distanza. Risponde il Mantova, ma Leleco non aggancia il filtrante sotto porta. Non passano nemmeno 2’ minuti, che Foglia chiude la pratica per il Petrarca, con deviazione sotto misura di tacco ancora da calcio d’angolo e 4-0 che di fatto chiude la partita. Il Mantova non c’è più e si fa vedere raramente dalle parti di Bastini e per i locali diventa accademia. Al 27’ arriva anche la quinta rete a firma di Cleber, bravo a sfruttare una dormita generale della retroguardia biancorossa, che lo lascia solo a centro area. Al 31’ ancora Foglia in grande spolvero calcia verso la porta di Ricordi, trovando la sfortunata deviazione di Guerrieri che spiazza il suo estremo difensore e 6-0. Mister Milella capisce perfettamente la situazione della squadra e cerca di scuoterla utilizzando Ricordi come quinto di movimento, ma la mossa non produce alcun effetto, se non quella di innescare le veloci ripartenze del Petrarca che proprio a 3’ dalla sirena trovano la settima rete con Marchese. Gli uomini di Giampaolo però sembrano non accontentarsi mai e a 15’’ dalla sirena si concedono anche l’ottava rete con conclusione di Gastaldello che non trova resistenza nella difesa del Mantova.

Ora è tempo di leccarsi in fretta le ferite, perché sabato sarà di nuovo battaglia contro un Thiene che mai come oggi è la squadra da battere.